You are here
Home > Figli > Come scegliere un box per bambini

Come scegliere un box per bambini

box bambini

Il tuo bambino cresce giorno dopo giorno: dai ritmi frenetici delle poppate, dei primi bagnetti, del suo consolidare la consapevolezza di essere individuo all’interno di un nucleo familiare, il tempo trascorre frenetico e ricco di attività, spesso stancanti.

Arrivi, quasi senza accorgertene, al quarto e quinto mese di vita, un periodo nel quale le prime conquiste saranno motivo di grande soddisfazione per genitori e fratellini, momento fondamentale della crescita psico-motoria del neonato.

La consapevolezza della sua identità lo porta e interagire attraverso il sorriso cosciente, sa quanta allegria genera la sua boccuccia allegra, quanto affetto riceverà sorridendo.

In questa fase le sue esigenze sono anche quelle di un corpo rivolto alla ricerca della sua mobilità e indipendenza. L’istinto lo sprona a ricercare la posizione seduta, la sua voglia di esplorare il mondo, la sua piccola bolla che è la casa, lo stuzzica alla ricerca di materiali da “scoprire” attraverso la bocca, mordicchiando, succhiando, leccando, tutto ciò che può portare attraverso le manine.

Insomma queste conquiste determinano nuove esigenze, tra cui quelle di dotarlo di uno spazio confortevole nel quale il bambino si senta protetto, tutelato, spronato a esplorare, il mondo attraverso ciò che gli metterete a disposizione.

Solitamente questi spazi sono determinati dai recinti modulari o dai classici, intramontabili box per bambini.

Ci dedicheremo in queste righe proprio alla seconda tipologia di accessorio, il box per bimbi, proposto in vari modelli e fasce di prezzo da un’industria dedicata all’infanzia oggi in grado di soddisfare esigenze diverse sia nei materiali di costruzione sia nelle forme che nel range di costo, nonché nelle misure dei box proposti in centri specializzati o cataloghi.

Il box per bambini lo potrai acquistare direttamente nei negozi specializzati per l’infanzia oppure online.

Prezioso per il bambino, prezioso per le mamme

Il box per bambini è uno spazio chiuso per essere nel tempo un punto di divertimento, riposo e scoperta, il tutto in totale sicurezza.

Oltre ai materiali atossici, la sicurezza è garantita anche dall’altezza, appositamente studiata per ostacolare eventuali tentativi d’uscita del bambino ma permettendo un’agevole gestione del bambino da parte dei genitori.

Un vero alleato per i genitori che hanno bisogno durante la giornata di ritagliarsi dei momenti per sé, anche solo per rispondere al telefono, farsi una doccia o preparare la pappa, lasciando il proprio figlio in un ambiente sicuro per qualche minuto.

Quale modello è più adatto alle vostre esigenze?

Non c’è una regola predefinita.

Considerate sempre però a priori lo spazio nel quale il box troverà la sua sede: anche se lo vorrete il più ampio possibile fate sempre in modo che non sia troppo ristretto da mobili o altri accessori della casa. In uno spazio piccolo, meglio puntare su un box rettangolare e compatto. Se invece si ha tanto spazio, si può anche pensare ad un box quadrato.

A volte la rete di contenimento e di perimetro può essere morbida: un mobile spigoloso, un termosifone, un vaso troppo a ridosso del box, può diventare una possibile causa di trauma.
Fate sempre in modo che attorno al box vi sia uno spazio ideale, un perimetro di assoluto vuoto nel quale nulla possa divenire possibilità di pericolo per il bambino.

Nelle considerazioni sui materiali di costruzione una prima, fondamentale, analisi, la riserverete al fondo. Nei nuovi modelli ricercate la praticità di trovare fondi sfoderabili, disinfettabili in lavatrice. Il fondo del box dev’essere assolutamente fonte d’igiene e non focolaio di malattie: ricordate che il bambino spesso trascorre ore in questa area, perdendo liquidi come saliva, a volte urine che s’infiltrano dal pannolino, rigurgiti di pappe, di succhi che gli avrete preparato per le sue prime merendine. Ebbene queste sostanze rimangono sul fondo, negli interstizi, su tutto il perimetro e, se non rimosse, generano focolai batterici i quali potrebbero divenire fonte di malattia del bambino, anche con risvolti poco piacevoli come il mughetto o enteriti intestinali.
Un fondo sfoderabile e lavabile magari in lavatrice, è un’ottima fonte d’igiene e di prevenzione alle patologie.
Ricordate che sul fondo il bambino gioca, si muove nel tappetone sonoro che gli avrete dato in dotazione, dorme anche per ore, quando avrà preso la piena familiarità con questa area.

Selezionato il tipo di fondo ideale, una seconda caratteristica da valutare sono i colori: se in passato il box per bambini era solitamente bianco, oggi si tende a rendere anche cromaticamente stimolante questo accessorio, con fondi molto più morbidi rispetto al passato e rallegrati con disegni gentili, reti colorate, bordi superiori morbidi e imbottiti, magari con colori vivaci.
Non è affatto casuale e frutto delle strategie di marketing: i colori stimolano la sua percezione, la sua maturazione cognitiva, i colori determinano stati di sonno più rilassati; la pedagogia in questo è nel tempo diventata alleata delle ditte produttrici, inquadrando i prodotti durante la progettazione con attenzioni anche scientifiche, non solo pratiche.

Il box deve potersi chiudere bene in maniera molto semplice: la praticità di essere ripiegati con semplicità vi consentono uno sforzo non eccessivo ed una dimensione ridotta e compatta ideale per essere riposti in un angolo della stanza, dietro ad una porta.

Il box per bimbi potrebbe divenire anche lettino pieghevole per i vostri viaggi: considerare questo aspetto richiede quindi di poterlo trasportare nella vostra automobile. Lo spessore da chiuso e l’ingombro sono misure preventive da ricordare durante l’acquisto, un aspetto che sta progressivamente prendendo piede.

Vi consigliamo di dare un’occhiata a boxbambini.com per trovare maggiori dettagli e tanto materiale informativo su come scegliere il miglior box per bambini. Ci sono davvero tante informazioni che potrebbero tornarvi utili.

Ora avete molte informazioni a disposizione per decidere e scegliere il modello di box migliore per la vostra situazione: abbandonatevi al vostro gusto ma fate che questo acquisto appaghi il bambino, perché quello spazio sarà innanzitutto suo.

Lascia un commento

Top