You are here
Home > Salute > Che fastidio le vene varicose! Come curarle?

Che fastidio le vene varicose! Come curarle?

Che fastidio le vene varicose! Come curarle?

Che fastidio le vene varicose! Come curarle? Per le donne, le vene varicose sono un problema non solo a livello estetico, ma anche a causa dei dolori che provocano: stanchezza alle gambe, prurito, … un vero e proprio stress!

Note anche con il nome di varici, si tratta di vene dilatate che spesso si manifestano diventando viola o blu e somigliano a dei veri e propri cordoni che si gonfiano fino a mostrarsi molto evidenti sulla pelle, specialmente nelle gambe (parte posteriore dei polpacci) o nell’interno coscia.

Uno dei periodi durante i quali possono comparire le vene varicose, in fase di gravidanza, sono le zone intorno l’ano e la vagina.

Simili alle vene varicose ci sono anche le teleangectasie, ovvero dei piccoli capillari che diventano sempre di colore rosso o blu e che appaiono come ramificazioni o ragnatele con delle linee seghettate: secondo alcune ricerche più del 50% delle persone soffre di questi problemi, specialmente quando si superano i 50 anni di età.

La causa della nascita di vene varicose è fondamentalmente un indebolimento delle vene: c’è chi parla infatti in questi casi di insufficenza venosa (a tal proposito consigliamo la lettura dell’articolo Varicofix: Rimedio vene varicose su Metodiperdimagrire.it) e chi pensa possano insorgere per:

  • Il naturale avanzare dell’età o avere in famiglia altre persone che hanno dei problemi venosi
  • Cambiamenti ormonali che possono verificarsi durante la pubertà, la menopausa o la gravidanza (inclusa l’assunzione di anticocezionali o altri medicinali con estrogeni o progesterone)
  • In caso di obesità
  • In caso di esposizione al sole

I sintomi più frequenti, nelle persone che soffrono di vene varicose sono gonfiore delle caviglie e dei piedi e dolori/crampi alle gambi, prurito e pelle scolorita intorno alla zona delle vene varicose. Fra i vari trattamenti disponibili per curare questo problema ci sono la scleroterapia (un sistema che serve ad arrestare il flusso di sangue, molto efficace se fatto nel modo giusto, ma ha alcuni effetti collaterali).

La chirurgia laser e capillari: attraverso la trasmissione di lampi di luce molto forti di luce sulla vena si ha un indebolimento del vaso sanguigno e la sua scomparsa. Per i vasi più grossi, solitamente, questa terapia viene sconsigliata (E potrebbero anche esserci delle controindicazioni).

Tecniche endovenose a radiofrequenza e laser, la chirurgia oppure la prevenzione, tramite l’utilizzo di creme specifiche.

Fra queste una delle creme molto consigliate su internet è varicofix (abbiamo linkato un articolo di approfondimento), speriamo di esserti stati utili!

Lascia un commento

Top